Giovedì Santo

clip_image001

Wilfred Owen

Giovedì santo


Tra le mani abbronzate di un chierichetto,
la croce d’argento fu offerta al bacio dei presenti.
Si fecero avanti gli uomini, lugubri, ma non tristi,
e un po’ prevenuti s’inchinarono riluttanti
(e baciando, baciarono un simbolo di fede).
S’inginocchiarono poi donne in lacrime, dalle tenere
bocche
(e baciarono proprio il Corpo di Cristo).
Quindi bimbi con labbra ansiose e felici
(e baciarono una bambola d’argento, tutta riluccicante).
Anch’io, genuflesso davanti a quel chierico,
sul crocifisso piegai infine la fronte:
il Cristo era magro, gelido e morto stecchito:
ma lo stesso m’inchinai per baciare, si….le mie labbra
aderirono
le baciai la mano calda e pulsante che lo reggeva).

Annunci