Archivi tag: voci

Primo Levi – Voci

Primo Levi
Voci
Voci mute da sempre, o da ieri, o spente appena;
Se tu tendi l’orecchio ancora ne cogli l’eco.
Voci rauche di chi non sa più parlare,
Voci che parlano e non sanno più dire,
Voci che credono di dire,
Voci che dicono e non si fanno intendere:
Cori e cimbali per contrabbandare
Un senso nel messaggio che non ha senso,
Puro brusio per simulare
Che il silenzio non sia silenzio.
A vous parie, compaings de galle:
Dico per voi, compagni di baldoria
Ubriacati come me di parole,
Parole-spada e parole-veleno,
Parole-chiave e grimaldello,
Parole-sale, maschera e nepente.
Il luogo dove andiamo è silenzioso
O sordo. È il limbo dei soli e dei sordi.
L’ultima tappa devi correrla sordo,
L’ultima tappa devi correrla solo.

Giosuè Carducci – Voce dei Preti

Giosuè Carducci

Voce dei Preti

E tu pur di viltà scuola e d’inganni

Fosti, o asil de gli oppressi, o tempio; quando,

I fratelli e la patria e Dio negando,

L’interprete di Dio stiè co’ tiranni.   

Empio! e al ciel si lodò de i nostri affanni,

E benedisse a gli oppressori il brando,

E a l’inferno sacrò qual sé levando

Scotea dal capo del servaggio i danni.

Pronta a gl’imperi d’ogni vil feroce

E a le lusinghe del vietato acquisto,

A Dio mentì de’ vati suoi la voce.

 Ahi giorno sovra gli altri infame e tristo,

 Quando vessil di servitù la Croce

E campion di tiranni apparve Cristo!

Erri De Luca – Sei voci

Erri De Luca

Sei voci

Non fu il mare a raccoglierci
Noi raccogliemmo il mare a braccia aperte.

Calati da altopiani incendiati da guerre e non dal sole,
traversammo i deserti del Tropico del Cancro.

Quando fu in vista il mare da un’altura
Era linea d’arrivo, abbraccio di onde ai piedi.

Era finita l’Africa suola di formiche,
le carovane imparano da loro a calpestare.

Sotto sferza di polvere in colonna
Solo il primo ha l’obbligo di sollevare gli occhi.


Gli altri seguono il tallone che precede,
il viaggio a piedi è una pista di schiene.