Archivi tag: poeta.brecht

Bertold Brecht -Quando chi sta in alto parla di pace

Bertold Brecht

Quando chi sta in alto parla di pace

La gente comune sa
Che ci sarà la guerra
Quando chi sta in alto maledice la guerra
Le cartoline precetto sono già compilate
Annunci

Bertold Brecht – Ballata dell’incendio del Reíchstag

 

Bertold Brecht
Ballata dell’incendio del Reíchstag

 

I.
Dopo che il grancassa per tredici anni
a tutto il mondo aveva annunciato
i misfatti dei comunisti, non uno
si era ancora avverato.
2.

 

E i tamburini irati rullano:
qualcosa deve succedere alfine.
Gli assassini, vedete, non vogliono
commettere assassinii.
3•
Un giorno, era ancora inverno,
sulle rive della Panke si sostava —
il Fiihrer disse: oggi si sente
un incendio del Reichstag nell’aria.
4•

 

E quel lunedì sera un grande
edificio era avvolto nel fuoco.
Era tremendo il crimine
e l’incendiario ignoto.

 

5

 

Fu trovato un ragazzo
Con i calzoni e basta
e in tela, rilegata,
la tessera comunista.
6.
Chi gli ha dato quella tessera?
Perché stava li in giro?
Le SA stavano nei pressi,
ma a loro non si chiede il motivo.
7•

 

Per incendiare quell’edificio
dovevano essere in dodici:
era quasi tutto di pietra e i punti
che ardevano erano dodici.
8.
In mezzo ai dodici incendi
c’erano in dodici delle S.A
, indicavano con mani annerite
quel gracile ragazzo là.
9•

 

E così, per merito del Führer
fu scoperta la congiura,
certo, quello che veniva alla luc
e a più d’uno ha messo paura.

 

10
Nella casa dove la congiura
deve essere passata per forza,
abitava un certo Góring
all’oscuro della cosa.
II.
Lui, il presidente del Reichstag, aveva
mandato in permesso tutte le guardie,
e non è in casa quanto sente
che il Reichstag è in fiamme.
12
Perché tu, presidente, hai mandato
oggi in permesso le tue guardie?
Oggi è proprio il lunedí
che il tuo Reichstag è in fiamme! ‘I
13
Se il giudice lo interrogasse,
non avrebbe la risposta facile,
ma non puoi incriminarlo,
perché lui stesso è il giudice.
14
Lui non interroga Hermann Góring,
così non scopre il vero e il falso,
ma conclude che la colpa
è dei comunisti. Chiaro.
15
E prima che fosse trascorsa la notte
di questo sanguinoso febbraio,
ogni nemico di Hitler
fu ucciso o imprigionato.
16.
Quando a Roma Nerone del sangue
dei cristiani aveva sete,
diede la sua Roma alle fiamme
e la ridusse in cenere.
17-
Cosí Nerone forni la prova
che i cristiani erano canaglie.
Questa lezione un certo Hermann Góring
l’imparò che era in fasce.
18
A Berlino nel millenove‑
centotrentatre, un lunedí sera,
c’era il palazzo dell’ultimo
Reichstag che ardeva.
19.
Chi cantò questo fattaccio, si chiamava
Oberfohren e non visse più a lungo:
quando il mondo lo venne a sapere
gli hanno sparato subito.