Archivi tag: nero

Zinaide Gippius – Il vestitino grigio

Zinaide Gippius

Il vestitino grigio

Una bambina dal vestitino grigio…

Le trecce come di ovatta…

«Bambina, bambina, di chi sei?»

*

«Di mamma… O di nessuno.

Se vuoi sarò tua.»

Una bambina dal vestitino grigio…

*

«Bambina, credi alle carezze?

Dove sono, mia cara, i tuoi occhietti?»

*

«Eccoli, i miei occhi. Vuoti.

Come quelli della mamma.»

Una bambina dal vestitino grigio,

*

con che cosa tu giochi?

Che nascondi alla mia vista?»

*

«Come se avessi tempo di giocare

con tanto lavoro che incalza.

*

Ora recido coi denti il filo dei vezzi di perle,

ora dissecco il primo germoglio,

ritaglio le paginette dei libri,

spezzo le ali degli uccellini…»

*

«Bambina dal vestitino grigio,

*

bambina dagli occhi vuoti,

dimmi il tuo nome.»

«Ciascuno mi chiama a suo modo:

in questa o in quella maniera.

*

Uno mi chiama discordia

o ancora inimicizia,

mi chiamano anche dubbio

oppure angoscia.

*

Un altro mi chiama fastidio,

un altro, tormento…

E la Morte, mia madre, chiama Separazione

*

me, bambina dal vestitino grigio…»

Patrizio Fariselli e Angela Baggi – Luglio, agosto, settembre (nero)

Patrizio Fariselli e Angela Baggi
Luglio, agosto, settembre (nero)

Giocare col mondo
facendolo a pezzi
bambini che il sole
ha ridotto già vecchi

Non è colpa mia
se la tua realtà
mi costringe a fare
guerra all’omertà
forse un dì sapremo
quello che vuol dire
affogare nel sangue
con l’umanità

Gente scolorata
quasi tutta uguale
la mia rabbia legge
sopra i quotidiani
legge nella storia
tutto il mio dolore
canta la mia gente
che non vuole morire

Quando guardi il mondo
senza aver problemi
cerca nelle cose
l’essenzialità
non è colpa mia
se la tua realtà
mi costringe a fare
guerra all’umanità

Nota
Tratto dal cd Danni Collaterali
Prodotto da G. Manfredi & Ricky Gianco
Per Il Manifesto e Liberazione

Marta Bandyova – Poesia zingara

Marta Bandyova

Poesia Zingara

Non vergognarti mai
di essere un Rom nero.
Che importa
se sei un Rom nero.
Dalla terra nera nasce il grano
per il pane bianco.
L’uomo nero
e la terra nera
stanno bene insieme.