Ahmed Yussef Daud Siria – Vino

Ahmed Yussef Daud
Siria
Vino
Questa parola somiglia alla mia libertà.
La scopro perché so che il mio gioco
non è che un esame dell’abilità dei tavoli,
i suoi risultati sono raccolti nel rimpianto.
Hai esagerato seppellendomi, Oh Signore
aspettavo sempre che i tuoi miracoli arrivassero dal mare!
Questo mare enigmatico come una donna
lascia il tuo miracolo triste per la mia libertà,
le briciole di una torta di un pranzo sontuoso,
quando bevo a lungo il vino di queste promesse
lo verso dannato tra il mio desiderio della rugiada
la secchezza della mia attesa del tuo frutto che non arriva.
Ogni fiamma che spunta dal mio cuore
la lascio spegnere nella polvere del tuo giudizio
sulla mia capacità di andare in fumo
la polvere fine attraversa la nostra vecchia finestra in una cascata
di sole in fuga verso l’assenza…
tu che mi ha messo nell’errore di questo desiderio
non altro mi hai concesso che la dignità di spezzarmi
sotto il più semplice e stupido colpo di vento!

Annunci

I commenti sono chiusi.