Arthur Rimbaud – Il male

 

clip_image002
Arthur Rimbaud
Il male

 

Mentre gli sputi rossi del tiro di mitraglia
Fischino tutto il giorno nell’azzurro infinito;
Mentre, scarlatti o verdi, accanto al re che irride,
Crollano i battaglioni in massa sotto il fuoco;

 

Mentre un cieco furore stritola ed accatasta
Centomila soldati in un mucchio fumante,
— Poveri morti, stesi nell’erba dell’estate,
O Natura gioiosa che santa li creasti !…

 

Esiste un Dio che ride ai damascati altari,
All’incenso ed all’oro dei calici massicci,
Cullato dagli osanna che dolci l’assopiscono,

 

E si ridesta solo se le madri angosciate
Che lacrimano sotto la nera cuffia, porgono
Un baiocco sonante chiuso nel fazzoletto!

I commenti sono chiusi.