Etel Adnan – Piovve sangue

Etel Adnan

Piovve sangue. Città sante sprofondarono.

Nessuno guardò i fuochi.

La nostra immaginazione sopravvisse all’assalto;

perché si inflisse tale terrore non possiamo capire.

Lì è il terrore, incessante, il vento soffiante, il sole

orbitante. Dove sarebbe se non tra noi?

Dov’è il mio amore per te, si cela vegliandoti nel sonno,

pettinandoti il corpo di domande,

preparandosi per uno sposalizio?

Invia per caso avvisi di un disastro?

Persiste la specie umana nel suo divenire?

I commenti sono chiusi.