George Trakl – Umanità

Geroge Trakl

Umanità

Umanità schierata avanti a bocche di fuoco,

un rullo di tamburi, visi scuri, accigliati,

passi in nebbia sanguigna, ferro nero tuona,

disperazione e notti di sconsolati cervelli.

Qui l’ombra di Eva, qui la caccia e il fulvo denaro.

Nembo dalla luce attraversato, la Cena.

Un tenero silenzio attornia il pane e il vino,

e quelli sono in dodici raccolti a mensa.

Gridano in sonno a notte sotto i rami d’olivo,

San Tommaso immerge la mano nella piaga

I commenti sono chiusi.